Un’escursione a picco sul lago di Ledro! Da malga Trat raggiungiamo il monte Tomeabrù e il rifugio Nino Pernici in un bel percorso ad anello

Finalmente!

Dopo un mese (UN MESE!) di costante pioggia e brutto tempo veniamo finalmente graziati con un weekend di sole.

Quale migliore occasione per esplorare zone mai visitate?!
Oggi ci spostiamo nella valle di Ledro, uno dei tanti splendidi posti del Garda trentino.

Dal paesino di Lenzumo seguiamo le indicazioni per il rifugio Nino Pernici e saliamo in macchina per una stretta stradina nel bosco fino a parcheggiare in uno spiazzo dove la strada da asfaltata diventa bianca.

Seguiamo proprio la stradina bianca per raggiungere in pochi minuti malga Trat (1500 m) da dove inizia il percorso ad anello verso il monte Tomeabrù.

Malga Trat

Giriamo a destra seguendo il segnavia 435 Sentiero delle vacche!

Da qui iniziamo a salire sempre su un largo sentiero prima in un rado boschetto, poi attraverso ampie vallate.

Sentiero delle vacche

Con un bel po’ di fiatone (si sente il mese di pigrizia) arriviamo al bivio di Bochet de Caret (1807 m), da dove svoltiamo a destra per incamminarci sul crinale erboso con una splendida vista su tutta la vallata fino alle vette innevate dell’Adamello!

Bochét de Carét

Continuiamo a camminare sul sentiero che corre lungo il crinale fino a raggiungere in rapida successione la croce del monte Caret (1793 m) e infine proprio il monte Tomeabrù (1782 m) che si staglia a picco sul limpidissimo lago di Ledro!

verso la croce

Monte Carét

lago di Ledro

Fatte le doverose foto, riprendiamo lo stesso sentiero per tornare indietro, ripiegando però a destra per scendere nella vicina vallata sottostante da dove raggiungiamo la (ancora chiusa) malga Saval (1744 m).

malga Saval

Dal bivio di Bochet de Caret, scendendo dritti si può arrivare direttamente alla malga perdendosi però la bella e panoramica deviazione per il monte Tomeabrù.

A pochi metri dalla malga troviamo i cartelli della bocca di Saval (1739 m), seguiamo adesso il sentiero 454.

bocca di Saval

Percorriamo il sentiero 454 che corre lungo il pendio della montagna fino a portarci al rifugio Nino Pernici!

Rifugio Nino Pernici

Qui finalmente possiamo riposarci un po’ all’ombra!

Dal sentiero continuiamo a scendere in direzione bocca di Trat per una mulattiera che si addentra nel bosco fino a riportarci in pochi minuti a malga Trat.

bocca di Trat

Scarica la traccia gpx

Lunghezza 11 km
Ascesa totale 1000 m
Durata 3h30′ A/R soste escluse
Difficoltà Facile escursione per allenarsi le gambe in vista dei più impegnativi percorsi dolomitici! Vista la continua esposizione al sole, ricordatevi la crema solare!
Come arrivare Dalla frazione di Lenzumo si seguono le indicazioni per il rifugio Nino Pernici salendo per una stretta stradina asfaltata. Dall’inizio della strada bianca ci sono diversi parcheggi .

01 Giugno 2019

Facebook Comments
Guarda i VIDEO delle escursioni!