Una facile ferrata alle porte del lago di Garda. Con il sentiero degli Scaloni ci si immerge in un percorso fatto di storia, natura e splendidi paesaggi!

Come prima ferrata dell’anno ne scegliamo una facile tra le tante che si trovano nell’alto Garda.

Dal paesino di Ceniga -poco dopo Arco- inizia il Sentiero degli Scaloni, un bel percorso ad anello che sovrasta la valle del Sarca fino al lago di Garda!

Da Ceniga oltrepassiamo il ponte romano e subito troviamo le indicazioni per il sentiero 428 che dobbiamo seguire.

Ceniga

Ceniga

Superato un breve tratto su strada asfaltata, svoltiamo a sinistra su un sentiero pietroso che sale a zigzag sul versante della collina.

Sentiero degli scaloni

si comincia a salire!

Dopo questa prima salita, è il momento di imbracarci!
La ferrata comincia con una facile arrampicata su gradoni di roccia, il cordino metallico sembra da subito ben teso e ci aiuta nella progressione sulla parete

Sentiero degli scaloni

l’attacco della ferrata

Sentiero degli Scaloni

Più per la fatica della ferrata, le pause qui sono obbligate per il bel panorama su tutta la vallata!

Sentiero degli Scaloni

al solito, mi atteggio in pose contemplative

Continuiamo a salire attraverso qualche rada macchia di alberi e aiutandoci con il cordino in qualche tratto leggermente esposto.

Sentiero degli Scaloni

troviamo anche un paio di scale in legno!

Sentiero degli Scaloni

Superata questa facile ferrata, raggiungiamo alcuni cartelli che indicano località Dos Tondo (507 m). Seguiamo adesso il sentiero 428B e la segnaletica per il percorso alle Cavre e Dro.

Abbandonati gli sbalzi rocciosi della salita adesso camminiamo in un ampio bosco con qualche fugace veduta sulla vallata!

Sentiero degli Scaloni

Sentiero degli Scaloni

veduta sulla valle

Dopo una mezzora di tranquilla camminata boschiva, raggiungiamo il parco Crozolam.
Un prato verde…gli alberelli…il caldo sole di mezzogiorno…è ora della meritata pausa pranzo!

parco Crozolam

la baita all’interno del parco

Mentre mangiamo conosciamo un signore arrivato fin da Brunico (bel viaggio!) che mentre ci parla delle altre ferrate di questa zona, tira fuori una lattina di birra dallo zaino per stapparla con nonchalance. Che stile!

Su uno dei balconi panoramici del parco si trovano dei “finti cannocchiali” che puntano verso alcune vette e punti d’interesse circostanti, uno di questi è puntato verso il monte Altissimo, dove siamo stati solo un paio di settimane fa.

Sentiero degli Scaloni

sullo sfondo: il monte Altissimo e il lago di Garda

Finita la pausa è ora di rimettersi in marcia!
Superato un breve tratto di saliscendi nel bosco, troviamo l’ultimo tratto attrezzato. Anche in questo il caso il cordino è più che altro una precauzione per scendere agilmente.

Sentiero dell’Angiom Sentiero dell’AngiomSuperiamo in una mezzora anche questo tratto in discesa che ci riporta direttamente a valle.
Un tratto di strada pianeggiante immersa negli ulivi ci riporta al piccolo paese di Ceniga da dove eravamo partiti.

Scarica traccia gpx

Durata 3h 30′
Lunghezza 9 km
Ascesa totale 1000 m
Altezza min 101 m
Altezza max 536 m
Difficoltà La ferrata è facile e il cordino in metallo è sempre teso, un perfetto allenamento per i neofiti delle ferrate
Come arrivare Si parcheggia in via al Ponte nel paese di Ceniga. Oltrepassato il vicino ponte romano si trovano i cartelli per l’inizio del percorso

24 Marzo 2019

Facebook Comments
Guarda i VIDEO delle escursioni!