Oggi torniamo nella zona che amo più di tutte nelle Dolomiti. Una stupenda escursione alle Cinque Torri in Inverno fino a raggiungere il rifugio Nuvolau con la sua incredibile vista su Cortina d’Ampezzo

Credo d’aver perso il conto delle volte che siamo stati alle Cinque Torri, il posto che più amo di tutte le Dolomiti!

Da quando ho aperto il blog ci siamo stati per la ferrata Ra Gusela, e per l’anello del Mondeval (sul versante opposto, ma partendo sempre da passo Giau).

Ci mancava ancora però di vederle innevate e visto la splendida giornata di oggi, quale migliore occasione?

Partiamo dal parcheggio della Seggiovia 5 Torri, parcheggio già quasi completo anche se sono appena le nove e mezza!

Abbastanza nascosti troviamo i cartelli per il sentiero 425 che porta subito nel bosco. Abbiamo fatto solo pochi passi quando decidiamo di infilare i ramponcini. La neve è abbastanza compatta ed è meglio non rischiare di scivolare su qualche tratto ghiacciato.

Dopo pochi metri troviamo una prima salita. Una salita abbastanza breve ma pure parecchio faticosa, con la neve che sicuramente non aiuta nella progressione.

Il bosco che stiamo attraversando è abbastanza rado e ci regala delle viste spettacolari sulla vicina Tofana.

Tofana di Rozes

In poco meno di due ore ci lasciamo alle spalle il bosco per trovarci davanti una vista spettacolare su tutta la conca ampezzana.

Raggiungiamo in pochi minuti il rifugio Cinque Torri (chiuso d’Inverno).

Cinque Torri

panorama dal rifugio Cinque Torri sulla conca ampezzana

Da qui la prossima tappa e -inizialmente- meta dell’escursione di oggi, è il rifugio Scoiattoli.
Entriamo nel mondo degli impianti di risalita e degli sciatori, per cui si deve preventivare che queste non sono mete solitarie o silenziose.

folla di sciatori al rifugio Scoiattoli

panorama sulle Cinque Torri e sulle Tofane

Averau

Lasciati alle spalle il frastuono dei rifugio Scoiattoli e Averau, decidiamo di allungare questa escursione fino al rifugio Nuvalau, viste le perfette condizioni del sentiero.
Ancora cento, faticosi, metri di dislivello e ci siamo.

Per i meno allenati la seggiovia 5 Torri, che porta direttamente al rifugio Scoiattoli, può essere una valida alternativa per alleggerire la salita.

saliamo verso il Nuvolau

finalmente si intravede il rifugio, manca poco!

Ultima salita, ultimo sforzo!

La salita al rifugio Nuvolau (sopratutto in Inverno) è la parte più impegnativa di questa escursione. Sia pr impegno fisico ma anche per esposizione. Valutate sempre attentamente (informandovi nei rifugi) sulla percorribilità del sentiero!

Per fortuna abbiamo deciso di allungarci fino al rifugio Nuvolau, la vista su tutte le Dolomiti in una giornata simile lascia senza parole!

Quale posto migliore poi per la canonica pausa panino?!?

rifugio Nuvolau

panorama lato Croda da Lago

panorama lato Averau

Dal Nuvolau facciamo ritorno per lo stesso sentiero dell’andata e chiudiamo questa spettacolare escursione alle Cinque Torri in Inverno!

ritorniamo verso il rifugio Scoiattoli, panorama su Lagazuoi e gruppo di Fanis

Cinque Torri

Tofana di Rozes

ultimo sguardo sul gruppo del Sorapis prima di rientrare nel bosco

 

Scarica la traccia gpx

Durata 6 h A/R
Lunghezza 12 km
Ascesa totale 800 m
Altezza min 1870 m
Altezza max 2500 m
Come arrivare (link Google maps) Il parcheggio della Seggiovia 5 Torri si raggiunge da Passo Falzarego o da Cortina. Durante la stagione sciistica conviene arrivare presto se si vuole trovare posto al parcheggio
Difficoltà Abbastanza semplice fino al rifugio Scoiattoli, un po’ più impegnativa per dislivello ed esposizione fino al Nuvolau.
Punti di appoggio Rifugio 5 Torri, Scoiattoli, Averau e Nuvolau. Lo Scoiattoli e l’Averau sono aperti anche d’Inverno
Note Informatevi sempre presso i rifugi sulla fattibilità del percorso. Essendo una zona molto turistica, solitamente il sentiero viene tenuto battuto fino ai rifugi Averau/Scoiattoli. La salita al Nuvolau è per escursionisti più esperti

8 Febbraio 2020

Facebook Comments
Guarda i VIDEO delle escursioni!