Raggiungiamo il rifugio VII Alpini dalla località Case Bortot. Una bella camminata nel bosco tra i colori dell’Autunno. Purtroppo il tempo non è stato dei migliori…

Un mese di assenza dalla montagna.

Un periodo non troppo lungo, ma abbastanza per farti salire la nostalgia.
Nostalgia delle vette.
Nostalgia della roccia sotto lo scarpone.
Nostalgia delle levatacce (sì, anche quelle).

Siamo quindi felici di riprendere le nostre camminate sulle Dolomiti con un’escursione che avevamo fatto ormai qualche anno fa!
La meta di oggi è il rifugio VII Alpini, sulle Dolomiti Bellunesi.

Dal (piccolo) parcheggio della località Case Bortot (690 m) prendiamo il sentiero 501 che si immette subito nel bosco.

Il tratto iniziale di mulattiera si percorre senza troppa fatica essendo solamente in lieve salita. Per questioni di tempo trascuriamo la deviazione che scende alla forra del Bus del Buson, e proseguiamo dritti sul sentiero principale.

In leggera discesa arriviamo al primo ponticello cementato che attraversa il torrente Ardo, dai cartelli sappiamo di essere arrivati in località Mariano (681 m), non preoccupatevi della vipera che vedrete sopra i massi, sembrerebbe innocua.

località Mariano

Il sentiero da qui inizia finalmente a salire, e dopo un’ora di cammino direi che era l’ora. Superiamo una serie di tornantini sempre nel bosco, ogni tanto il paesaggio si apre un po’ sulla vallata dove possiamo ammirare la fitta nebbia che si alza dagli alberi.

Attraversiamo nuovamente il torrente Ardo grazie alla seconda passerella in cemento e continuaimo la salita che adesso è diventata decisamente più ripida. La giornata umida fa sì che dalle pareti rocciose cadano numerosi rivoli d’acqua.

Durante la salita si incontrano numerose marmitte e cascatelle formate dal torrente, con pozze d’acqua di un bellissmo colore smeraldo.

Attraversata un’ultima volta il torrente ci aspetta il ripido tratto finale nel bosco, conosciuto come il Calvario, il nome non promette bene, ma con calma tra una pausa e l’altra sbuchiamo fuori dagli alberi e vediamo davanti a noi il rifugio VII Alpini (1502 m).

il bosco in veste autunnale

rifugio VII Alpini

Purtroppo la giornata non è migliorata e le nuvole basse nascondono la bellissima parete rocciosa della Schiara (e qui metto una foto di qualche anno fa quando abbiamo avuto la fortuna di ammirarla fugacemente dopo un temporale).

Schiara (foto di settembre 2017)

Tuttavia la nebbia, i colori caldi degli alberi e il silenzio ovattato rendono quest’oggi l’atmosfera molto suggestiva.

la chiesetta dietro al rifugio

Dopo la pausa pranzo, consumata un po’ velocemente per non raffreddarci troppo, ci rimettiamo in cammino sullo stesso sentiero dell’andata.

 

Scarica la traccia gps

Durata 6 h A/R
Lunghezza 17 km
Ascesa totale 1000 m
Altezza min 690 m
Altezza max 1500 m
Punti di appoggio rifugio VII Alpini
Come arrivare (Link Google Maps) Dal paese di Bolzano Bellunese (BL) si sale per via Boz fino al parcheggio al termine della strada. nb La strada è abbastanza stretta e (quando l’abbiamo percorsa) un po’ dissestata.
Il parcheggio è piccolino e consiglio di arrivare presto per trovarci posto. Noi siamo arrivati alle 9 ed era già pieno. In questo caso si può parcheggiare a lato della strada.
Difficoltà Impegnativo per lunghezza e dislivello. Un brevissimo tratto su roccia è franato, ma è stato ben attrezzato
Note Si cammina sempre nel bosco, con pochi momenti panoramici sulle altre montagne. Può essere una buona idea percorrerlo con i colori dell’Autunno…neve permettendo, ovviamente!

25 Ottobre 2020

Facebook Comments
Guarda i VIDEO delle escursioni!