Nelle Dolomiti Bellunesi, dalla Val Canzoi raggiungiamo il rifugio Boz in Autunno. Una lunga escursione con molti passaggi nel bosco che in questa stagione sono uno spettacolo per gli occhi!

Raggiungere il rifugio Boz in Autunno per noi è quasi un rito!
Con quella di oggi siamo infatti alla quarta salita a questo bel rifugio nelle Dolomiti Bellunesi.

Si parte dalla Val Canzoi, dal parcheggio vicino al lago della Stua. Lo stesso dell’escursione ai Piani Eterni.

Questa volta, invece che arrivare al lago, scendiamo per la strada asfaltata fino a un’impianto dell’Enel (località Case Guarda 623 m).
Qui troviamo un piccolissimo parcheggio (ci stanno giusto 2/3 macchine) e l’attacco del sentiero 805.

Superata la primissima e brevissima salita, arriviamo su uno spazio erboso dove troviamo una malga che -vista la stagione- è ormai chiusa da un pezzo.

Superata la malga, adesso ci aspetta la lunghissima salita nel bosco.

L’esposizione al sole e i colori autunnali rendono questa salita un po’ meno faticosa!

cicatrici della tempesta Vaia

Dai 600 m della partenza dobbiamo raggiungere i 1700 m di passo Finestra, quindi potete ben immaginare che la salita nel bosco sarà molto, molto, molto lunga!

Arriviamo a passo Finestra (1766 m) dove abbiamo da un lato la vista sulla vallata e dall’altro sul gruppo del Cimonega.

Passo Finestra

il Cimonega che spunta sullo sfondo

Rientriamo nuovamente nel bosco, ma stavolta in una leggera discesa che ci porta direttamente al rifugio Boz (1718 m).

Nulla da fare, tornare al rifugio Boz in Autunno è sempre una bellissima esperianza!

il rifugio Boz

bivacco

Siamo più o meno a metà dell’escursione e quindi è obbligatoria la pausa pranzo nel prato che circonda il rifugio.
E come ogni volta ci accoglie il bellissimo cane del rifugio, che purtroppo salutiamo per l’ultima volta visto che dal prossimo anno il rifugio cambierà gestione.

Mangiato il panino e riempito di coccole il cane, riprendiamo a salire!

la salita a Passo Alvis

Seguiamo il sentiero 811 che ci fa salire fino a Passo Alvis (1880 m), questo è il punto più alto di tutta la camminata, ora ci attende una luuunga discesa.

il pendio erboso da ridiscendere oltre il passo

Dal passo si segue uno stretto sentiero che percorre il pendio erboso della montagna fino a raggiunger malga Alvis (1573 m).

Sulle panche di fronte la malga ci riposiamo un’ultima volta, ci aspetta adesso l’ultima parte dell’escursione di nuovo nel bosco!

A differenza dell’andata, purtroppo ora il sole è calato e questa lunga discesa sarà sempre al buio.

Ritroviamo l’ultimo sole proprio negli ultimi metri al lago della Stua, dove chiudiamo questa ennesima (e spero non ultima) escursione al rifugio Boz in Autunno!

Scarica la traccia gps

Durata 6 h 30′ A/R
Lunghezza 19 km
Ascesa totale 1300 m
Altezza min 580m
Altezza max 1818 m
Punti di appoggio rifugio Boz
Come arrivare (Link Google Maps) Da Cesiomaggiore si seguono le indicazioni per Val Canzoi. La lunga strada che attraversa la valle porta fino al parcheggio poco prima del lago della Stua.
Difficoltà Impegnativo per lunghezza e dislivello anche se non ci sono mai grossi strappi, la salita è sempre abbastanza continua. Il tratto dopo passo Alvis potrebbe dare fastidio a chi soffre (molto) le vertigini
Note Camminata autunnale perfetta visti i molti tratti nel bosco!

31 Ottobre 2020

Facebook Comments
Guarda i VIDEO delle escursioni!